mercoledì 26 luglio 2017

25 febbraio





La genesi morta con te
 segna il cielo di un graffio rosso,
 è il canto gaelico, sono i campanelli cinesi,
 i tamburi africani, dov'è il portico corinzio;

 ceri accesi per un giorno cancellato,
 una preghiera ai tuoi occhi fissi
 nel ritratto esposto alla pietà
 di ranuncoli e genziane.

 ancora vive parole, ricordo,
 nella piega maligna delle tue labbra rigide.

 ora la terra ti mastica sotto
 il tacco che sigilla il piombo.


 Donatella Maino  21 novembre 2010

1 commento: